lunedì 30 luglio 2012

SUONI EPICI


Quando uscirono nel 1989 furono come una boccata d'ossigeno per il mondo della musica black. Un album che tornava a riprendersi quei suoni che la corte dei miracoli di Prince aveva sterilizzato e banalizzato. Ricordo che in quegli anni come parlavi di musica nera, Prince era il punto di riferimento, a me ha sempre detto poco, se escludiamo la band dei Time di Morris Day, che di quel movimento fu forse l'espressione migliore. I Soul II Soul di Jazzy B invece riportarono a casa il groove e il calore che troppi synth avevano snaturato. "Keep on Movin'", grazie anche alla voce di Caron Wheeler e "Back to Life" ( a proposito, lo avete ascoltato alla cerimonia di inaugurazione dei giochi olimpici?) due brani, specialmente il primo, un magnifico downtempo, che fecero il miracolo di far piacere il soul anche a chi era poco incline a quei suoni. Il primo LP, "Club Classics Vol.I", è un'incredibile miscela di groove costruita quasi tutta su una drum machine e la voce di Caron Wheeler; la prima parte del disco è un capolavoro assoluto mai più ripetuto dalla band, a distanza di tanti anni è ancora oggi godibile ed esaltante, e questo la dice lunga sullo stato della musica oggi, non solo del soul.


9 commenti:

  1. Fighissimo questo!!! Lo acquistai a 5.90 euri alla Feltrinelli di Porta Nuova :)

    Ciao Harmo!!! ;)

    RispondiElimina
  2. @sigur
    ciao. io ho il vinile, consumato che a riascoltarlo adesso fa proprio vintage. :o)

    RispondiElimina
  3. Irriverent Escapade31 luglio 2012 08:41

    Come sempre chi urla di piu' emerge prima. All`epoca Prince lo trovavi anche come sorpresa nelle patatine...
    Post che cade a fagiolo: me li ricordo. Ma, all'epoca, avevo comprato Purple Rain. Con il capo cosparso di cenere, passo anch'io dalla Feltrinelli ;-)

    RispondiElimina
  4. Quanti ricordi Mr.Harmo... ho sempre amato il filone "Brit Soul", oltre ai Soul II Soul ero molto appassionato di Loose Ends. Mi perdonerai ma non ho capito l'attinenza con Prince... Hold on Bro.

    RispondiElimina
  5. Vero, Capolavoro con la P maiuscola.
    Ma che fine hanno fatto ?

    RispondiElimina
  6. I Time, quelli di "What time is it",che ricordi.....

    RispondiElimina
  7. @irriverent
    io andai con "Sign of the times", oddìo, qualcosa di buono c'era, ma sinceramente con il funk di Prince tutto synth e moine, non ho mai avuto troppa confidenza.
    @tarkus
    bello il "brit soul", tanta roba anche i loose ends. su prince non certo attinenza musicale, era soltanto per rimarcare che per i "non addetti" Prince era sinonimo di black music. a me non è mai piaciuto più di tanto, ti dirò, preferisco il prince del cambio di nome. ;o)
    @beppekin
    l'ultimo loro album è del '97, bello comunque anche il secondo volume del 1990, una volta andato via il loro produttore, Nellee Hooper, vera anima del sound del gruppo, è iniziata la crisi creativa della band.

    RispondiElimina
  8. Anch'io non sono mai stato un grande fan di Prince, mi piacciono soltanto i primi 2 album (diciamo ancora "canonici") e l'album che contiene "kiss", poi pezzi qua e là tipo "batman" o "sexy mother fucker", la sua produzione di "I feel for you di Chaka). Cmq un grande.

    RispondiElimina

Scrivete quello che vi pare, ma lasciate un nome.
Ogni commento offensivo sarà eliminato.