lunedì 18 maggio 2015

LA MUSICA CHE TI CAMBIA LA VITA: THE PEARLFISHERS - THE YOUNG PICNICKERS



Caro David

Sono seduto davanti alla finestra, fuori i bambini aspettano lo scuolabus, il gatto del vicino sta andando a cacciarsi in un guaio, spinto dalla curiosità dell'ennesima rissa tra felini. Sto ascoltando "The Young Picnickers", l'album dei tuoi The Pearlfishers e devo dirti che è una perfetta colonna sonora per questa stagione, di un'estate che sta sbocciando con ancora i profumi della primavera.
"We're gonna save the summer" recita il primo brano del disco, salviamo l'estate, e improvvisamente si viene scaraventati dentro un miracoloso viaggio all'interno della migliore musica pop che sia mai stata scritta da un po' di tempo a questa parte, con in testa ben presente la lezione dei maestri del genere: Brian Wilson, Jimmy Webb e Burt Bacharach.

Musica che scalda il cuore, termine troppo spesso abusato per musica pensata per le classifiche, ma non in questo caso, dal momento che brani come "Another day out in the suburbs" rimandano alla mia giovinezza e mi cullano facendomi ripensare a tutti quei momenti passati insieme a mia madre, quando mi portava a giocare ai giardini e nell'aria aleggiavano le note di Gilbert O' Sullivan.
Ecco, se c'è una cosa che le tue canzoni evocano sono tutti quei momenti lontani che ci sono rimasti impressi nella mente e ogni tanto spuntano fuori a ricordarti cosa eri. Ricordo che però non diviene mai nostalgia per rifugiarsi in un passato idealizzato, ma è più un modo di interrogarlo per capire quel che siamo diventati nel corso degli anni.
La vita è troppo breve per perdersi dietro agli schiamazzi dei cialtroni che dettano gli stili di vita a noi e ai nostri figli, e la tua arte è li a ricordare che noi siamo portati alla bellezza, non ad inseguire la volgarità.

C'è una canzone in "The Young Picknickers" che è la summa e una delle vette assolute della musica pop, tale da potersi definire perfetta, come forse neanche il buon Paddy Mc Aloon è riuscito a raggiungere. "You Justify My Life" è come il punto di non ritorno di un certo tipo di intendere la musica e la vita, e i fatti sembrano darmi ragione dal momento che questo brano è del 1999 e ad oggi devo ancora ascoltarne uno che anche lontanamente si avvicini a questo.
In conclusione di questa mia lettera ti devo ringraziare, perché attraverso la tua musica e nonostante la mia non più giovane età, sono ancora qui ad inseguire i miei sogni, benché ne abbia abbandonati molti nel corso della vita; sono lì, chiusi in un cassetto che ogni tanto apro per ricordarmi di ravvivarli.

Cordialmente tuo

Leo "Harmonica" Giovannini

P.s. David Scott è scozzese, leader degli The Pearlfishers, band di musica pop. "The Young Picknickers è il loro terzo album uscito nel 1999.

 

4 commenti:

  1. Niente male!
    Un recupero te lo meriti, caro David.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consigliatissimo Marco. Molto belli anche "Up With The Larks" e "Sky Meadows"

      Elimina
  2. Risposte
    1. Grazie Sir ! Hanno una discografia pazzesca, consigliatissima, questo disco però è il loro apice.

      Elimina

Scrivete quello che vi pare, ma lasciate un nome.
Ogni commento offensivo sarà eliminato.