domenica 2 dicembre 2012

TUTTI I COLORI DEL JAZZ


Da molti anni il Giappone rappresenta un punto di riferimento per gli amanti della musica jazz e del pop slegato dai soliti circuiti commerciali. Si parla in primo luogo di ristampe di dischi del passato altrimenti introvabili, di band e solisti orientati verso sonorità che almeno dalle nostre parti sono apprezzate da una minoranza di persone. Cercando nel web si riescono a trovare delle vere chicche, come in questo caso: il disco di debutto della musicista Miho Hazama, "Journey to Journey", uscito per la rinomata etichetta Verve/Universal Music Japan lo scorso Novembre nella terra del sol levante, ma in arrivo da noi soltanto nella prossima primavera. Vi dirò che per adesso ho ascoltato soltanto un brano dell'album,  quello omonimo da cui ne è stato realizzato il video ufficiale che vi presenterò a piè di post. Si tratta di un lavoro di Jazz orchestrale dove la nostra ha composto tutti i brani e dirige l'ensemble accompagnata nelle parti soliste, tra gli altri, dal tenor-sassofonista Ryoji Ihara, dal pianista Sam Harris e dal trombettista Philip Dizack. Se il resto del disco è come la title track, credo che dovremo appuntarci un'altro nome nell'agendina dei nostri eroi di culto.
Bello anche il video, una rappresentazione visiva di quello che la musica, questa musica, riesce a creare.
Un grazie al bel blog "Tokyo Jazz Notes", da dove ho tratto lo spunto per questo post.

 

6 commenti:

  1. musica raffinata e intrigante. Ma lei che strumento suona in specifico?

    ciao
    mau

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei è pianista, lo suona nel disco oltre che a dirigere tutti gli altri strumenti.

      Elimina
  2. Altra bella scoperta... Thanx Mr.harmo.

    RispondiElimina
  3. Irriverent Escapade4 dicembre 2012 20:24

    A questo giro, passo. Adoro il Jazz di New Orleans. Mi spingo anche a Miles Davis, John Coltrane, Paul e Carla Bley....fino a Paolo.Fresu. Ma questo è troppo over per me....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto. Ma,per me, la musica è come un coup de foudre: se scatta subito, bene, si puó andare solo in crescendo.
      Se non scatta nulla, ci si puó frequentare ma non sará mai amore. :-)

      Elimina

Scrivete quello che vi pare, ma lasciate un nome.
Ogni commento offensivo sarà eliminato.