lunedì 12 marzo 2012

UN GIOIELLO NASCOSTO


Quest'oggi invece di recarsi in California, per la nostra rassegna settimanale di artisti westcoastiani, ci spostiamo ad est, in Ohio, per la precisione nella cittadina di Dayton. Dayton come città e scena che ha dato i natali agli Ohio Players, alla Bootsy's Rubber Band e alla Dazz Band, nonché al gruppo che prende il nome dalla città, i Dayton. Il combo ha pubblicato cinque album nel periodo che va dal 1980 al 1985 ed oggi ci occuperemo di un brano che pur non essendo tipico dei suoni della west coast lo ricorda per come è strutturato. E' il secondo pezzo del quarto album della band "Feel The Music" uscito nel 1983, che considero il loro masterpiece: un disco che riesce ad abbinare il funk con il pop, figlio del suo tempo, qui infatti abbondano synth a manetta, ma grazie ad un uso magistrale degli strumenti e sopratutto con dei brani talmente belli nella scrittura e nelle melodie, a dimostrazione di una maturità raggiunta partendo dalle sonorità funk ereditate dagli anni '70. Ritornando al brano in questione, "It Must Be Love", si tratta di un mid-tempo che farebbe la sua porca figura anche in album dei nostri tempi, canzone carezzevole e calda nonostante la strumentazione "sintetica". Un peccato che i Dayton siano stati uno dei gruppi più sottostimati dell'epoca e anche a causa di questo, chi oggi volesse entrare in possesso di un loro disco, deve snocciolare centinaia di euro. Ne risentirete parlare nel blog, questo è certo.

7 commenti:

  1. Piacevole ascolto.
    Non stento a credere che meritassero di più.
    Buona settimana! :)

    RispondiElimina
  2. Una grande Band con all'attivo 5 album (uno più bello del'altro)tra l'80 e l'85. La EMI america ha ristampato "Dayton" e "Hot Fun" in cd. Buona giornata fratello.

    RispondiElimina
  3. @zio scriba
    Buona settimana anche a te Zio. Troppo poco conosciuti, purtroppo.
    @Tarkus
    Conoscevo "Feel the Music", gli altri album sono stati una scoperta recente. Bellissimi.

    RispondiElimina
  4. ottimo iniziare il lunedì così...

    RispondiElimina
  5. Uno dei pezzi che in qualche modo ti appartengono anche se non sai di chi sono.
    Ora lo so. Apprezzo parecchio.

    RispondiElimina
  6. Irriverent Escapade13 marzo 2012 12:42

    Ogni volta che passo di qui mi rendo conto di quanto poco ne so. Conoscevo anch'io, casualmente, solo Feel the music. Sempre grazie, Harmonica!

    RispondiElimina
  7. @MrMontag
    Definizione perfetta.
    P.s. Ti ho linkato in "Altre voci", visto che nel blogroll, con il tuo nuovo dominio non dava più l'aggiornamento automatico.
    @irriverent escapade
    Grazie a te per passare da qui.

    RispondiElimina

Scrivete quello che vi pare, ma lasciate un nome.
Ogni commento offensivo sarà eliminato.