martedì 18 ottobre 2011

STEVIE WONDER: HIGHER GROUND, 1973


Questa canzone arriva dall'epoca d'oro del cantante afroamericano, che parte dal disco del 1972, "Music of my mind", ed arriva al 1979 con "The Secret Life Of Plant". Di quello che è arrivato dopo, Signore in Rosso e improbabili compartecipazioni ad eventi benefici, poco mi interessa, anzi, farò finta che non siano mai avvenuti, tanta è la disparità con i dischi testé citati. "Higher Ground" è senza ombra di dubbio una delle tre canzoni leggendarie che componevano l'album "Innervisions" del 1973, considerato uno dei dischi più belli non soltanto della soul music ma di tutta la musica popolare. Basti pensare ad altri due brani, quali "Livin' In The City" e "Don't You Worry 'Bout The Thing" per dare conferma, canzoni che da sole basterebbero a costruire una carriera e ne avanzerebbe.
"Innervisions" è anche il primo album dove viene impiegato in modo massiccio l'uso del synth ARP, usato per comporre sei brani su nove, e la capacità di costruire un ambiente sonoro completo, sarà poi una pietra di paragone per lo sviluppo della musica soul degli anni a venire.
"Higher Ground" fu incisa poco prima dell'incidente automobilistico che mandò in coma Stevie Wonder per quattro giorni. Si dice che la canzone fu cantata in ospedale all'orecchio del musicista dal suo amico Ira Tucker, e che Wonder in risposta tamburellò con le dita il ritmo della canzone. Da allora Stevie non ha più suonato in concerto la canzone, fino al 2004, agli MTV music awards insieme ad Alicia Keys e Lenny Kravitz.
Comunque, se vi dicono che canzoni così non ne fanno più, credeteci.


25 commenti:

  1. i just wrote to say i love you...
    ah! ah! sto scherzando ovviamente anche se a me piaceva molto pure quella.
    Alcune osservazioni :
    ascoltando la versione del brano che hai postato si può evincere che i Deep Purple e Stevie non erano così distanti .
    hai mai sentito la versione di don't you worry about a thing degli incognito del 92?
    cosa ne pensi?
    buona giornata

    RispondiElimina
  2. Gli anni Ottanta in effetti gli hanno veramente fatto male. Ma aveva già fatto grandi cose in abbondanza per farsi perdonare.

    RispondiElimina
  3. Grande Stevie, giustamente hai utilizzato la tag 'geni' ;)
    Tutto ciò che ha prodotto nei '70 è assolutamente imperdibile. Innerivisions poi...mamma mia, se penso alla tensione che impregna Livin' in the city! Che urgenza, che ispirazione O_O

    RispondiElimina
  4. Stevie è uno dei massimi.
    Senza di lui non ci sarebbe stato Michael Jackson, ma forse neanche Roger Nelson.
    Ogni sua cosa pre-Hotter than July (uno dei dischi con la copertina più brutta di sempre) è clamorosa.
    Di questo pezzo bisogna ricordare, anche se in questo ambiente lo sapete già tutti benissimo, la grande cover dei Red Hot Chili Peppers.

    RispondiElimina
  5. quest'uomo! ragazzi... quest'uomo!

    RispondiElimina
  6. Stefanino Meraviglia!
    ...un genio.

    RispondiElimina
  7. Bella atmosfera anche qui da te. :-)

    p.s.
    Hai mai postato qualcosa in uno dei tuo blog su M.J.?

    RispondiElimina
  8. @euterpe
    si conosco gli incognito, ho l'album dove c'è la cover. non è male, anche se mi sembra un esercizio di stile, fatto bene ma freddino. brava la vocalist e i musicisti della band, anche troppo levigati però.
    @mr. Montag
    si decisamente. con i lavori del passato gli perdoniamo tutto.
    @sogurros82
    un genio assoluto, la sua musica dei '70 è forse irripetibile. lui e marvin gaye dei grandi come pochi altri.
    @diamonddog
    si, una cover notevole e non è facile avvicinarsi ad un pezzo some questo. sicuramente gli artisti da te citati devono molto, se non tutto a stevie, ma non soltanto loro, penso a rick james e a jamiroquai, anzi quest'ultimo è un clone.
    @ernest e tarkus
    stevie, you make me wonder...
    @giacy.nta
    ciao, grazie, spero come la stessa che c'è da te.
    per m.j. penso che ti riferisci a Michael Jackson., vero? Ancora no, ci sto pensando, anche se ho un rapporto conflittuale con il ragazzo. :)

    RispondiElimina
  9. @giacy.nta
    Spero che Mr.Harmonica perdoni la mia invadenza...
    Qualcosina ho postato:
    Michael Jackson
    Cheers.

    RispondiElimina
  10. si mi riferivo a lui. Non lo avevo mai preso in considerazione; poi, l'improvvisa rivelazione e la scoperta di tanti brani che rasentano la perfezione nel loro genere. :-)

    @Tarkus: grazie! adesso vengo a farti visita... :-)

    RispondiElimina
  11. Ah beh Harmonica, rapporto conflittuale con MJ, immagino mai come quello con i bambini che si trombava a pagamento. Che schifo.

    RispondiElimina
  12. @allelimo
    sei un grande. del resto si sa, la gente che piace a te son tutti al limite della santità, lo sappiamo.
    e magari qualcuno dei tuoi "eroi" i bambini se li inchiappettava a gratis.

    RispondiElimina
  13. Scusa eh, ma cosa c'entra se io sono grande o meno se a MJ piaceva inchiappettarsi i bambini e poi pagava i genitori perchè ritirassero le denunce?
    E cosa c'entra se i miei "eroi" (?)(non ho eroi da tempo, al limite artisti che mi piacciono) sono santi oppure no?
    Jim Morrison si inchiapettava i bambini? Che schifo.
    I Sonic Youth si inchiappettano i bambini? Che schifo.
    Fennesz si inchiappetta i bambini? Che schifo.
    Etc.
    La pedofilia mi fa schifo chiunque sia a praticarla: non credo che essere un cantante più o meno bravo, ricco e famoso sia un'attenuante.

    RispondiElimina
  14. Credo che quello che conti sia solo l'arte. Le abitudini più o meno folli e assolutamente deprecabili, i gossip e quant'altro con la musica e l'arte in generale non hanno nulla a che vedere.
    Peace.

    RispondiElimina
  15. @alle
    ma infatti, messa come l'hai messa tu sembra che nella vita MJ non abbia fatto altro.
    La pedofilia fa schifo, ma appunto, cazzo c'entra con la musica?

    RispondiElimina
  16. Ragazzi miei, che vi devo dire.
    Conta solo l'arte?
    Stiamo parlando di un pedofilo, non di uno che aveva "abitudini folli e deprecabili".
    Abbiamo tutti - e giustamente - detto peste e corna di Berlusconi perchè si trombava una minorenne (17 anni e rotti) e invece MJ era un grande artista, e quindi poteva trombarsi tutti i bambini che voleva?
    Che mi frega della sua musica, di cui - per inciso - nemmeno ho parlato.
    Avete mai conosciuto una vittima di un pedofilo?
    Io sì, e non è una cosa che si dimentica in fretta.
    La pedofilia fa schifo, i pedofili come MJ anche.

    RispondiElimina
  17. @alle
    ma cazzo, mi sembra di aver detto che la pedofilia fa schifo comunque, MJ o non MJ. Ma se ha fatto dei buoni dischi si può dire o no? Che Lars Von Trier sia un grande regista, nonostante le sue farneticanti frasi pro-hitler, si può dire o no?
    Il tuo è un pretesto, come al solito, per far polemica.

    RispondiElimina
  18. In effetti trombarsi un bambino e dire cazzate su Hitler è la stessa cosa, ed esprimere un concetto diverso dai tuoi è polemica.
    Quando hai ragione, hai ragione.

    RispondiElimina
  19. forse non hai capito bene, ma anche io ho detto che la pedofilia fa schifo, tu al solito capisci solo quello che ti pare, cerchi la polemica perchè il post parlava di Stevie Wonder se non lo avessi capito e ti sei attaccato ad un commento per parlare di un argomento che non c'entrava una mazza con il post.
    ah, per inciso, prova a chiedere a chi ha avuto dei familiari fatti fuori dal nazismo, se incensare hitler ancora oggi siano delle cazzate come pensi tu.

    RispondiElimina
  20. Harmonica, lasciamo stare.
    Ti da fastidio se partecipo alla discussione, ok, cercherò di ricordarmene.
    Però:
    - che palle con sta storia della polemica, non mi sono "attaccato" a niente: in un commento si parlava di MJ, ho partecipato dicendo quello che penso dell'uomo MJ - che di fronte a com'era l'uomo, dell'artista mi frega davvero un cazzo, fosse anche stato un genio della musica.
    - per inciso, visto che io capisco quello che voglio: non ho detto che è giusto parlare bene di Hitler, e per i familiari fatti fuori dal nazismo bastano un nonno e un paio di altri parenti? Continuo a pensare che i fatti (MJ che tromba i bambini) siano un po' peggio delle parole (chiunque che parla bene di Hitler. O di MJ, se è per questo). Dire che una cosa è peggio di un'altra non vuol dire che l'altra sia buona, ma solo che è meno peggio.

    RispondiElimina
  21. @tutti: mi spiace di aver innescato involontariamente una polemica. Io non so se MJ fosse pedofilo. Penso, però, che nessuno possa dire con sicurezza che lo fosse. Le persone famose sono più di altre esposte a ricatti di qualsiasi tipo. Può darsi che MJ ne abbia subito uno senza aver mai fatto niente di male. Sono propensa a credere questo.
    Ciao a tutti.

    RispondiElimina
  22. giacy.nta, non preoccuparti per le polemiche, quelle son cosa mia :)
    Preoccupati un po' di più per la tua propensione a credere in quello che preferisci, a dispetto della realtà dei fatti.
    Se non temessi di traumatizzarti, ti accennerei il fatto che - forse - Babbo Natale non è una persona reale...

    RispondiElimina
  23. @Può darsi. Io preferisco dire forse, in ogni circostanza. Le certezze non sono cosa mia, perfino a proposito di Babbo natale.:-) Ciao!

    Grazie al doctor per la pazienza e l'ospitalità. Mi scuso per l'invadenza.:-)

    RispondiElimina
  24. @giacy.nta
    non ti devi scusare di niente, le discussioni, anche molto accese, sono le benvenute, basta non trascendere.

    RispondiElimina
  25. It's a shame you don't have a donate button!

    Ӏ'd certainly donate to this outstanding blog! I guess for now i'll sеttle foг
    book-markіng and addіng your RSS feed tο mу Gοogle аccount.

    I lоok foгωaгd to fresh uρԁates anԁ ωill talk abοut thіs blοg with mу Fасebook gгouр.
    Тalk soоn!

    Fеel freе to suгf tо mу ωebpage Read This

    RispondiElimina

Scrivete quello che vi pare, ma lasciate un nome.
Ogni commento offensivo sarà eliminato.